Musica ribelle – il musical con le canzoni di Eugenio Finardi

Di , scritto il 19 Settembre 2017

Le indimenticabili canzoni Eugenio Finardi sono le protagoniste del musical inititolato “Musica Ribelle – La Forza dell’Amore”, un percorso ideativo e creativo che rappresenta la testimonianza artistica e umana del grande artista milanese Eugenio Finardi. Si parte ovviamente dalla città del Duomo e poi si toccano Firenze, Reggio Emilia, Roma e altre città italiane.

Musica Ribelle è uno spettacolo teatrale di chiara rock, sia a livello di sonorità che di approccio. Le canzoni di Finardi sono state riarrangiati da Emiliano Cecere e Alberto Carbone sotto la supervisione dello stesso autore e vengono eseguite dal vivo tra le sonorità originarie e sconfinamenti più attuali (d’n’b e techno). I medley includono brani come Dolce Italia, Patrizia, Diesel, Un uomo, Extraterrestre, La radio, La Forza dell’Amore e Musica Ribelle. Lo spettacolo, diretto da Emanuele Gamba narra in parallelo gli anni della contestazione e il presente seguendo i due protagonisti Vento (Federico Marignetti) e Hugo (Massimo Olcese).

Questa la trama:
Milano, oggi. Un vecchio scantinato da tempo in disuso viene affittato da una street gang di giovani rapper, graffittari, dj per preparare un rave notturno. Lo occuperanno solo per una settimana, un periodo troppo breve per non insospettire l’anziano proprietario della cantina, il signor Hugo. In realtà quello non è il suo vero nome, ma quello dato da Lara93, giovanissima leader della gang, anche lei “protetta” da nickname di circostanza. Tra i due nasce subito uno scontro fatto di schermaglie verbali, che nasconde però una profonda curiosità reciproca.

É la stessa cantina ma ora siamo nel ‘73, e quello è il covo di un collettivo politico, la sua sala prove, la sua stamperia, la sua radio libera. Vento, un ragazzo ribelle, sempre “contro”, impegnato politicamente ma anche un po’ superficiale e sognatore cui l’ortodossia va stretta, è il leader di un collettivo giovanile immerso, come molti della sua generazione, nelle utopie e nelle contraddizioni degli anni settanta.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009