I Finley vincono contro i Pooh una stupenda sfida, ora tocca a Justin Bieber contro Prince

Di , scritto il 22 Novembre 2010

Stupenda settimana per Sonic Arena, il campionato dei fan di musica che, giunto al terzo anno, sembra mostrare sempre più maturità da parte dei commentatori e dei fan che hanno dato vita a una sfida intensissima fra Pooh e Finley.
Alla fine hanno vinto i Finley per 556 a 301 ma il risultato non deve trarre in inganno: solo due anni fa non ci sarebbero stati voti per i Pooh e invece in questa edizione sembra davvero cresce la simpatia e il riconoscimento verso le band del passato: due settimane fa i Queen hanno sconfitto i Jonas Brothers e nella settimana scorsa i Pooh si sono difesi molto, molto bene contro i travolgenti Finley, 300 voti non sono certo pochi!

Qui il tabellone aggiornato!

In più c’è da registrare il rispetto da parte di molti fan dei Finley che in sostanza hanno riconosciuto grandi meriti agli avversari e in uno scontro, seppur giocoso come questo, il rispetto verso lo sfidante è sempre una cosa molto bella.
Il succo, espresso dai fan, ci è sembrato essere: comprendiamo che i Pooh hanno fatto la storia e i Finley devono ancora dimostrare tantissimo ma al momento loro riescono a darci emozioni fortissime quindi li votiamo. Applausi quindi ai Finley che passano in semifinale e massimo rispetto per i Pooh che escono dal campionato a testa alta.

E ora si passa al girone Miglior Cantante Straniero con una sfida che sulla carta sembra scontatissima: Prince contro Justin Bieber.
Prince l’anno scorso si è comportato molto bene in campionato e ha parecchi fan, Justin Bieber è nome relativamente nuovo e sembra difficile che riesca a reggere il confronto con una star così potente.
Ma abbiamo imparato, nel corso di tre campionati, che le sorprese sono sempre dietro l’angolo e che anche le star minori possono battere dei giganti della musica, vedremo quindi cosa succederà anche questa volta.

E sì, lo sappiamo, i due artisti non si possono paragonare, Prince ha fatto la storia della musica mentre Bieber è appena agli inizi. Ma dovete ricordare che questa è una sfida fra fan, fra chi riesce meglio a esprimere emozioni e motivi che lo spingono a preferire un artista piuttosto che un altro, non sono mai in discussione gli artisti stessi! E forse Bieber, visto il momento di grande fama, potrebbe dare del filo da torcere al grande Prince, vedremo!

Vi ricordiamo che quel che ci interessa in particolar modo sono i commenti che spieghino il perché della vostra preferenza, le emozioni legate a certi ascolti, i testi migliori o i concerti che avete visto, quindi che dire, fatevi sotto con i voti e i commenti!
Chi volete far vincere? Prince o Justin Bieber?

Chi vuoi far passare in semifinale?
Guarda risultati

3 commenti su “I Finley vincono contro i Pooh una stupenda sfida, ora tocca a Justin Bieber contro Prince”
  1. chiara ha detto:

    noi abbiamo portato rispetto ai pooh x la loro carriera e la loro storia, ma le fans dei pooh non ne hanno affatto portato, non tanto a noi fans, ma soprattutto ai FINLEY!! non hanno capito che la storia va avanti e come hanno avuto successo i pooh ci sono molti altri gruppi che potranno averlo… nn voglio suscitare polemiche ma questo è anche ciò che è venuto fuori dai commenti e se non si ha fiducia in questi pochi e bravi giovani (ormai affermati) allora la musica non ha più “senso”…

  2. Francesco ha detto:

    Prince è un grande…

  3. Pietro D ha detto:

    Ma che davvero???? PRINCE è PRINCE!!!! L’ho visto anche live pochi giorni fa a Roma e non credo abbia eguali…. Morto James Brown e morto (forse) Michael Jackson, è rimasto solo Prince unico rappresentate della Black Music e non solo! quello che ho visto al concerto è una cosa incredibile…..
    O(+>


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009