Alessandra Amoroso vuole Ancora di più

Di , scritto il 23 Maggio 2012

Alessandra_Amoroso_Ancora_di_piùAlessandra Amoroso continua a mietere successi su successi e non sembra esserci nulla in grado di fermarla in questo periodo felicissimo della sua carriera.
Ecco quindi che accanto alla vittoria ad Amici arriva l’inevitabile riedizione di Cinque passi in più, con tre brani inediti prodotti e arrangiati da Celso Valli, Ancora di più.

L’operazione è quasi obbligatoria da parte della casa discografica che intende sfruttare il potenziale commerciale data dalla vincita ad Amici e anche se la Amoroso è ancora in classifica con la prima versione non c’è da dubitare che farà molto bene anche con Ancora di più.

I tre brani proposti non sono nulla di eccezionale e, a parte un “Ciao” molto gradevole e orecchiabile: con buona probabilità si tratta di materiale già pensato ed elaborato ai tempi di Il mondo in un secondo e ora rispolverato dagli archivi.
Quel che appare sempre più chiaro, a ogni mossa della Amoroso, è che il duo compositivo Camba-Coro è ormai inadatto a tutte le sue capacità e la sta limitando sempre di più.

Il futuro immediato della cantante è piuttosto facile da prevedere: estate a New York a studiare gospel e black music in generale, un autunno a preparare il prossimo album e quindi o una partecipazione al Festival di Sanremo o comunque una uscita del disco nel periodo invernale.

Il periodo di studio estivo farà maturare ancora di più le sue già ottime capacità e si spera che la porti a riflettere e cambiare autori perché merita un diverso modo di comporre che possa esaltare ancora di più le sue doti vocali.
Avete ascoltato i brani inediti? Cosa ne pensate?



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009