Lady Gaga inarrestabile: nuovo album e 25 milioni di fan su Twitter

Di , scritto il 01 Giugno 2012

Lady_Gaga_BTW_Tour_New_album_25mln-twitterAver dovuto annullare il concerto di Giacarta ha addolorato Lady Gaga ma non l’ha certo bloccata nella sua continua e inarrestabile corsa al successo su tutti i fronti.

Il suo Twitter, seguitissimo, ha ultimamente superato quota 25 milioni di fan: è la prima persona al mondo a battere questo record e precede così Justin Bieber fermo a “soli” 23 milioni.
“Sono ufficialmente la ragazza più fortunata del mondo oggi” ha prontamente twittato Miss Germanotta, ringraziando tutti i suoi follower.
Chi fra voi ancora non seguisse la cantante sul popolare social network può farlo sul suo account @ladygaga.

Ottime notizie anche sul fronte discografico, visto che Vincent Herbert, co-manager della star, ha annunciato che ci sono già parecchi pezzi nuovi registrati e si ritiene che il nuovo album possa uscire verso la fine del 2012 o l’inizio del 2013. Sono molti i fan ad auspicare un ritorno alle sonorità precedenti l’ultimo lavoro e staremo a vedere la direzione scelta da cantante e management.
Lady Gaga appare quindi davvero infaticabile: ben tre album (quattro, volendo contare anche il prossimo) in cinque anni e tre tour mondiali sono cifre di tutto rispetto che pochissime altre star possono vantare.

Vi lasciamo, a chiusura del post, con una curiosità che ha già fatto il giro della Rete un po’ di tempo fa e continua a essere visualizzata da molti visitatori ogni giorno. Questi tre ragazzi si chiamano The Bottle Boys e hanno voluto omaggiare Lady Gaga in un modo molto particolare: suonano Poker Face usando solo delle bottiglie vuote e il risultato, visti i mezzi, è stupefacente.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009