Quale disco vi portereste su un’isola deserta?

Di , scritto il 01 Ottobre 2010

La domanda è un classico ormai riproposto in tutte le salse, ma qui su solospettacolo non l’abbiamo mai chiesto ai nostri lettori e potrebbe essere interessante anche per capire, dalle risposte date nei commenti, quali sono i vostri gusti e chi è il nostro lettore medio.

Immaginate di poter scegliere un solo titolo, un solo album da portare su un’isola deserta: quale scegliereste? Ovvero, in pratica, quale è la band o l’artista che è stato più importante nella vostra vita?

Scelta difficile perché ognuno di noi avrà decine se non centinaia di dischi che sente abitualmente e non è facile rinunciare a determinate canzoni, proprio per questo vi invitiamo a rifletterci bene prima di indicare il titolo.

Ancora più interessanti saranno i motivi che vi spingono a farlo: ci sarà chi sceglie un album perché gli ricorda una situazione piacevole, chi perché semplicemente trova che sia di qualità stratosferica e così via. Quindi oltre a indicare l’album cercate di spiegare il perché della vostra scelta, potrà servirci in redazione per scegliere meglio artisti e gruppi sui quali concentrare l’attenzione o potrebbe comunque offrire uno spunto per considerazioni e conversazioni varie.

Chissà, potrebbe addirittura capitare che più persone scelgano lo stesso album, cosa non facile vista l’enorme quantità di opere validissime sparse nel corso degli anni.

Bene, lo spunto lo abbiamo dato, ora tocca a voi parlarci del vostro album preferito! Chi sarà il primo?

3 commenti su “Quale disco vi portereste su un’isola deserta?”
  1. elvezio ha detto:

    Due dischi importanti.
    Anche io sono molto legato a The River anche se trovo più completo Born in the USA…
    Scelta difficile.

  2. David Batista ha detto:

    Guarda, l’album che porterei su un Isola deserta (sperando ci sia un lettore e la corrente :D) è senza ombra di dubbio quello che avete postato nell’immagine, Thriller 🙂

    Io lo reputo l’album per eccellenza, la perfezione fatta in musica che ti attraversa il corpo fino a renderti un tutt’uno con essa. Per me Thriller non è un album, è L’Album.

  3. Francesco ha detto:

    Così a caldo dire “The River”, album del 1980 di Bruce Springsteen. Contiene troppe belle canzoni e poi è doppio 🙂


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009