Gwyneth Paltrow tuttologa, con la newsletter Goop.com

Di , scritto il 03 Dicembre 2014

Goop Gwyneth PaltrowGwyneth Paltrow non è certo la prima attrice a rivendersi sotto altre spoglie. Di solito le star amano diventare stiliste, oppure proporre corsi di ginnastica e diete per mantenere la forma. Ma lei è andata oltre.

Ha iniziato con i libri di gastronomia (il più famoso dei quali è Appunti dalla mia cucina). Ma forse non tutti sanno che, dal 2008 a questa parte gestisce con molto successo un servizio web raggiungibile sulla pagina Goop.com. Non si tratta un vero e proprio sito, ma solo una semplice interfaccia mediante la quale è possibile iscriversi alla sua newsletter settimanale di lifestyle, che nasce con la mission di “nutrire l’aspetto interiore”. Il titolo Goop è tratto dalle sue iniziali (G-P) e si propone di curare le seguenti attività: Make, Go, Get, Do, Be, See.

Così, a tutti gli iscritti vengono suggerite ricette, consigli per la moda e lo shopping (abbigliamento, calzature, accessori, notizie su stilisti), il make-up, la salute, la psiche, i viaggi. Del resto, già nei suoi libri di ricette amava lasciare qua e là osservazioni sull’importanza dei rapporti umani e dei piccoli piaceri della vita. E così, scopriamo che la bionda attrice diventa paladina della lotta all’eccesso di consumo di zuccheri, che propone una vita all’insegna dell’ecosostenibilità e del biologico ecc., che disserta sulla bellezza dei difetti ereditati dai familiari. Di recente ha aperto alcuni pop-up store (negozi temporanei) a Los Angeles e a Dallas con il marchio Goop, in cui ha anche presentato una capsule collection che, c’è da scommetterci, andrà a ruba per gli acquisti di Natale.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009