Kanye West: d’ora in poi canterò solo musica gospel contemporanea

Di , scritto il 05 Ottobre 2019

Il rapper Kayne West, noto sia per la sua bravura che per essere il marito di Kim Kardashian, ha dichiarato di volersi dedicare, da ora in poi, esclusivamente alla musica cristiana. L’annuncio, rilanciato dal produttore Andrew Barber con un tweet, è stato dato nel corso della presentazione del suo più recente album, che infatti si intitola Jesus is King ed evidentemente inaugura il nuovo corso dell’artista.

Quindi, niente più musica secolare, ma soltanto musica cristiana contemporanea. Secondo quanto riferito dal canale tematico statunitense Fox Business, West avrebbe fatto questo annuncio nel corso di un evento per l’ascolto del suo prossimo album, durante il quale ha anche detto che è “stanco di essere un intrattenitore”.

In un’intervista con The View, la moglie di West, Kim Kardashian West, ha affermato che la sua conversione al cristianesimo di Kanye ha avuto un impatto forte e duraturo su di lui.

L’album Jesus is King contiene brani con titoli come Follow God“, New Body“, Sunday e Selah. La sua uscita era prevista per la fine di settembre, ma per il momento non se ne ha notizia. Alcuni hanno ipotizzato che la casa discografica di West non sia soddisfatta del tema apertamente cristiano del nuovo album.

Presto Kanye West rilascerà anche un documentario intitolato Jesus is King che sarà proiettato esclusivamente nei cinema IMAX. Girato nell’estate del 2019, viene presentato come un’esperienza unica nel suo genere che affianca le canzoni arrangiate da West secondo gli stilemi gospel insieme alla musica del suo nuovo album – il tutto presentato con il suono coinvolgente e nella straordinaria chiarezza delle immagini IMAX.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009