Sanremiade: Clerici in ospedale, il testo della canzone di Povia e ospiti vari

Di , scritto il 11 Febbraio 2010

Solito appuntamento con le notizie settimanali dal Festival di Sanremo, questa volta con il pezzo forte del discusso testo di Povia su Eluana. Ma prima di leggere le sue parole, sarete sicuramente felici di sapere che all’elenco degli ospiti si sono aggiunti altri “cantanti” famosi come l’allenatore Lippi o molto probabilmente l’attrice Sandra Bullock.
Più mirata e sensata è invece la presenza di Jennifer Lopez che, anche se ha perso parte dello smalto e fama di un tempo, chissà, potrebbe regalare al pubblico una canzone.

Sul fronte drammi e pettegolezzi scopriamo che Antonella Clerici, in una intervista a Chi, ha detto di essere finita in ospedale a causa di, ehm, ripeto le sue parole: “Ho preso le polverine, quelle proteiche… Sono stata male, m’han portata in ospedale”.
Terribili quelle polverine, terribili.
La Clerici ha detto che oltre a dimagrire vorrebbe diventare giornalista e sfruttare la laurea. Sempre sue parole: “Non mi vedo tra dieci anni a saltabeccare sulle tagliatelle di Nonna Pina e nemmeno vorrei diventare come queste che annaspano in tv ancora con la coscia di fuori”.
Sì, anche noi non vorremmo mai vederla vecchia mentre annaspa con la coscia di fuori, siamo d’accordo.

E ora ecco il testo della canzone di Povia. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensate voi lettori di solospettacolo:

La Verità

Mamma, papà ora vi vorrei parlare, solamente dell’amore
l’amore che mi avete dato, per tutta la vita e dirvi che continuerò a ispirarvi,
perché il vostro cuore è immenso, perché il vostro cuore vola,
vola sopra le parole, sopra tutte le persone,
sopra quella convinzione di avere la verità, la verità
Padre, ora tienimi la mano,
tienila vicina al cuore e potrai sentire che ti amo
e mentre il mondo fa rumore, mentre il mondo può vedere il sole
non voglio più dormire in fondo al mare, chiedo solamente di volare
volare sopra le parole, sopra tutte le persone
sopra quella convinzione di avere la verità.
Ora posso amare, ora ora, posso correre e giocare, ora
volo sopra le parole, sopra tutte le persone
sopra quella convinzione di avere la verità.
Mamma, che ne sanno del dolore
di quello che si può provare per una disperata decisione
e di quando tu avevi vent’anni fatti di progetti e sogni
in cui desideravi un figlio che cambiava la tua vita
e che stringevi forte al cuore e poi vedevi camminare
e lentamente costruire la sua vita con dignità.
Ora posso amare, ora ora, posso correre e giocare, ora
volo sopra le parole, sopra tutte le persone
sopra quella convinzione di avere la verità.
Mamma, papà, un giorno ci rincontreremo,
e ci stringeremo forte e faremo tante cose.
Quando sentirete un brivido che corre sulla vostra pelle
è lì che io sarò presente
la vostra bambina per sempre.
Ora posso amare, ora ora, posso correre e giocare, ora
volo sopra le parole, sopra tutte le persone
sopra quella convinzione di avere la verità.
Ora posso amare, ora ora.

Cosa ne pensate di questo testo? A voi la parola…


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009