‘Inventing Anna’: la storia vera della socialite truffatrice, ora su Netflix

Di , scritto il 13 Febbraio 2022

È stata firmata da Shonda Rhimes, la sceneggiatrice di Grey’s Anatomy, la serie TV Inventing Anna, con protagonista il personaggio realmente esistito di Anna Delvey, la presenzialista che ha ingannato per decenni la New York “bene” dando a credere di essere un’ereditiera tedesca molto ricca e poi condannata a quattro anni di carcere per la sottrazione di quasi trecentomila dollari a vari miliardari della metropoli.

La protagonista è interpretata da Julia Garner (che abbiamo conosciuto in Ozark). Nel cast anche Laverne Cox, Arian Moayed e Anthony Edwards. La serie è costituita da nove episodi che ricostruiscono le settimane prima del processo alla Delvey, che fece molto scalpore. La Delvey, in realtà di origine russa, aveva convinto sulla sua ricchezza grazie a generose mance a ottimi gusti in fatto di arte e abbigliamento. In questo modo era riuscita a ottenere servizi di lusso a credito, in particolare un enorme prestito per aprire un club esclusivo. Fu arrestata nel 2017 e scarcerata nel 2021. Coprodotta con l’usuale partner Betsy Beers, la serie diretta da David Frankel, già co-regista de Il diavolo veste Prada. La Rhimes ha basato la sceneggiatura sull’articolo della giornalista Jessica Pressler pubblicato nel 2018 sul New York Magazine, composto dopo una serie di visite alla ex socialite in prigione. Netflix ha pagato 320 mila dollari ad Anna per i diritti della sua storia.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009