Rock e i suoi fratelli: i grandi della musica spiegati da Omar Pedrini su Rai5

Di , scritto il 13 Dicembre 2010

Torniamo a parlare di Rai5, uno dei più bei fiori nel bouquet di canali gratuiti offerti dalla RAI in concomitanza con l’avvento del digitale terrestre. Abbiamo già sottolineato come RAI 5 voglia essere un polo televisivo che coinvolge i 5 sensi degli spettatori. E lo fa con programmi appaganti per quanti amano l’arte declinata in tutte le sue forme: arti figurative, musica, teatro, spettacolo, cinema, danza, cucina, viaggi, moda, costume, design, high-tech e via discorrendo.

Si tratta di un canale che sta già riscuotendo notevole successo, un prodotto nuovo e frizzante che in qualche misura ripaga i telespettatori della discreta fatica (ahimè) necessaria per riuscire a fruire del DTT al momento dello switch-off. Siete d’accordo con noi?

Nel palinsesto di RAI5 ha un peso notevole il programma musicale della prima serata domenicale, che si intitola Rock e i suoi fratelli. Lo conduce Omar Pedrini, che non è soltanto uno dei più apprezzati cantanti e chitarristi dell’attuale panorama musicale italiano, ma anche un docente di “composizione pop” nel corso di master in comunicazione musicale dell’Università Cattolica di Brescia. Come dire… si tratta di un personaggio che non soltanto sa di musica, ma è anche in grado di trovare le parole migliori per parlarne. I suoi allievi lo chiamano ‘Professor Rock’. A noi piace il suo tono gentile e gradevole e il suo modo semplice di porsi nei confronti dell’interlocutore e del pubblico.

Ogni settimana Pedrini propone nuovi concerti rock o pop abbinati a documentari e interviste a personaggi autorevoli che svelano i risvolti della vita musicale dei grandi. Ogni volta è un viaggio e un incontro con un grande personaggio o una band, scelto tra la crème della scena musicale contemporanea.

Sul sito di RAI5 sono presenti tutti i video delle puntate già andate in onda. Questo è il secondo, andato in onda la settimana scorsa, in cui si parla di John Lennon, forse la vera icona del XX secolo. L’intervista-confronto è con Andrea Laffranchi, penna de Il Corriere della Sera, reduce da un incontro con Yoko Ono in occasione dei 70 anni dalla nascita del grande Beatle pacifista scomparso prematuramente per mano di un folle.

Domenica prossima, 19 dicembre, toccherà al concerto di prova degli Oasis tenutosi a Londra il 14 agosto 2008 di fronte ad appena 100 fan. Il 26 dicembre invece vedremo la versione integrale dello show di Broadway Liza’s at the Palace. Una serata un po’ diversa dalle altre, ma ideale da godersi con tutta la famiglia la sera di Santo Stefano.

Per rimanere sempre aggiornati circa le novità che riguardano Rai5, potete visitare le pagine Twitter e Facebook

1 commento su “Rock e i suoi fratelli: i grandi della musica spiegati da Omar Pedrini su Rai5”
  1. Eko ha detto:

    La società discografica “Tattica”, premiata al MEI di Faenza per il vinile più venduto del 2010, cioè l’album ”Presente” di Renato Zero, rappresenta un nuovo modello per chi fa musica. Zero, così come Mario Biondi, di cui è appena uscito il nuovo “Yes You Live”, fa parte della scuderia di “Tattica”. Il successo degli ultimi album di Zero e di Biondi ha avuto un effetto clamoroso nel mercato discografico italiano.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009