Emma e Arisa, vallette di Carlo Conti al Festival di Sanremo

Di , scritto il 13 Dicembre 2014

Emma-e-Arisa-SanremoL’indiscrezione circolava da tempo, ma ora la notizia è confermata: Carlo Conti ha scelto le due bellezze che saranno al suo fianco sul palco dell’Ariston di Sanremo: saranno le due bravissime cantanti Emma Marrone e Arisa. Questa volta non si tratta di attrici e modelle, ma di professioniste della canzone – come giusto che sia – e di habitué di Sanremo: tutte e due, infatti, hanno già vinto il Festival, rispettivamente nel 2012 e nel 2014 con le canzoni Non è l’inferno e Controvento.

Immaginiamo che le due nuove vallette, con il loro stile abbastanza informale, romperanno un po’ la tradizione sanremese degli abiti di grande lusso, con spacchi e scollature da lasciare di stucco – ma non è detto, si tratta comunque di due belle donne a cui le curve non mancano. Arisa è cambiata molto dai tempi in cui cantava Sincerità con gli occhialoni neri e il rossetto rosso ciliegia. Di recente si è fatta notare per look molto più trasgressivi e sofisticati. Emma Marrone è rimasta nel tempo abbastanza fedele al suo stile misto rock e aggressivo, che del resto risponde bene alla sua personalità. Staremo a vedere. Resta il discorso de “la bionda e la mora”: al momento infatti Arisa ha anche lei i capelli ossigenati. Ma chi sa che non torni al suo colore naturale prima della grande kermesse.

1 commento su “Emma e Arisa, vallette di Carlo Conti al Festival di Sanremo”
  1. […] Carlo Conti nelle vesti di “vallette”, Emma e Arisa (l’indiscrezione che avevamo comunicato tempo fa è stata confermata) insieme a Rocío Muñoz Morales, attrice, conduttrice televisiva e modella […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009