Elisabetta Gregoraci torna in tv con ‘Made in Sud’

Di , scritto il 14 Novembre 2012

Gli interventi televisivi dei coniugi Briatore non accennano a finire. A dire il vero, Flavio (62 anni), archiviata l’esperienza di The Apprentice, ritorna ai suoi affari nella calda Malindi, Elisabetta Gregoraci (32) è ritornata in tv, dopo una pausa di alcuni anni in cui si era dedicata al ruolo di moglie e mamma. In seconda serata su Rai Due, Eli conduce la trasmissione comica di impronta meridionale Made in Sud. Un programma che ha subito diversi traslochi. Inizialmente era trasmesso dalla privata TeleNapoli24 per poi passare nel 2009 su MTV, infine sul canale comico del digitale Comedy Central. Gli svariati spostamenti non hanno però giovato agli ascolti, che sono sempre rimasti ai minimi storici.

Sulla rete pubblica, hanno mantenuto lo stesso taglio e anche i presentatori, Gigi&Ross e Fatima Trotta; chissà se la presenza della bella showgirl di Soverato contribuirà a dare una svolta allo share del programma. Elisabetta rilascia dichiarazioni positive su questa nuova esperienza, che la fa crescere dal punto di vista lavorativo, aiutandola a far emergere il lato ironico e più frivolo di sé, allontanando l’alone di opulenza e lusso che finora l’hanno circondata.

Ma il critico Aldo Grasso non va troppo per il sottile e storce il naso davanti alle capacità della Gregoraci e sull’utilità di inserire un’altra presentatrice all’interno del format. Comunque noi diciamo: auguri, Elisabetta… polemica a parte!

1 commento su “Elisabetta Gregoraci torna in tv con ‘Made in Sud’”
  1. […] Continua var addthis_config = {"data_track_clickback":true}; CATEGORIA » Spettacolo &nbsp&nbsp&nbspVisite: 5 […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009