Love and Monsters: il nuovo film apocalittico di Netflix

Di , scritto il 19 Aprile 2021
Love and Monsters

Diretto da Michael Matthews, Love and Monsters è approdato sulla piattaforma streaming Netflix il 14 aprile 2021. Ha ricevuto due candidature agli Oscar rispettivamente per “migliori effetti speciali” e “miglior film di fantascienza o fantastico”. Le riprese del film, iniziate il 25 marzo 2019 in Australia nella città di Gold Coast sono terminate nel maggio dello stesso anno.

La trama? Joel e Aimee stanno passando una notte romantica quando un’esplosione li interrompe. Un asteroide precipitato sulla terra ha gravemente danneggiato la razza umana. Le radiazioni rilasciate hanno trasformato gli insetti terrestri in mostri giganteschi che hanno iniziato a distruggere le città del mondo. Nella confusione generale i due innamorati si separeranno: l’uomo non può sopravvivere sulla terra ed è costretto a rifugiarsi nei sotterranei.

Sette anni dopo il disastro, Joel cerca di rintracciare Aimee attraverso una vecchia radio ancora funzionante. Quando riesce a contattarla, decide di raggiungerla e parte così per un lungo viaggio avventurandosi sulla superficie. Grazie all’incontro con due sopravvissuti imparerà a difendersi dalle gigantesche bestie. 

Love and Monsters è un’avventura che mescola horror e romanticismo, commedia e fantascienza in un mix originale. Dylan O’Brien è colui che presta il volto a Joel, mentre Aimee è interpretata da Jessica Henwick. Il suo creatore è invece Michael Matthews, regista sudafricano al suo secondo lungometraggio. Sarà difficile non rimanere affascinati dagli effetti speciali di questa pellicola, che non a caso si sono meritati la nomination agli Oscar.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009