Disponibile online una canzone dal prossimo album di Paul McCartney

Di , scritto il 21 Dicembre 2011

paul_mccartney_my_valentinePaul McCartney non ha certo bisogno di presentazioni e qualche tempo fa la notizia che l’ex-Beatles fosse al lavoro su un nuovo album era stata accolta con gioia e curiosità da tutti i fan visto che McCartney negli ultimi anni è rimasto un po’ in ombra anche a causa di varie vicissitudini private.

L’ultimo suo album solista risale al 2007, con Memory Almost Full e per questo nuovo lavoro la star ha messo in piedi alcune collaborazioni importanti con nomi del calibro di Stevie Wonder ed Eric Clapton.

L’album prevede molte cover insieme a due brani originali e l’intento di McCartney è quello di omaggiare tutta una serie di composizioni che lui ammirava da giovane e che ritiene che abbiano in qualche modo influenzato il suo stile compositivo.

Il chitarrista e cantante si è dichiarato molto soddisfatto del lavoro eseguito in studio e dopo aver tenuto alcuni concerti nel mese di dicembre, fra cui uno nell’amata Liverpool, ha messo a disposizione una canzone in ascolto gratuito, My Valentine, per stimolare ancora di più la curiosità dei fan nei confronti del disco.

Chi vuole ascoltare il pezzo, al quale ha collaborato Eric Clapton, può farlo seguendo questo link che porta a New Musical Express, la canzone è rintracciabile in fondo all’articolo.
Il nuovo album di Paul McCartney uscirà il 6 febbraio 2012.


1 commento su “Disponibile online una canzone dal prossimo album di Paul McCartney”
  1. […] rimanendo in «area Beatles», avevamo già segnalato tempo fa il fatto che Paul McCartney avrebbe reso disponibile una canzone dal suo nuovo album, Kisses on the Bottom, in ascolto […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009