Temple: la nuova serie originale di Sky Atlantic

Di , scritto il 23 Luglio 2021
Temple

Al via la prima stagione di Temple, un emozionante thriller Sky Original. Composto da otto episodi è disponibile dal 9 luglio, ogni venerdì, su Sky Atlantic e in streaming su NOW. Emozionante, e improntato all’umorismo nero, Temple è l’adattamento della serie norvegese Valkyrien trasmessa dall’emittente NRK. Il titolo deriva dal nome di una stazione dismessa della linea metropolitana di Oslo.

La serie racconta di sinistri avvicendamenti di cui è teatro una clinica illegale e sotterranea, parte di un vasto mondo segreto che si nasconde sotto il suolo di Londra. Il progetto è stato ufficialmente annunciato il 22 agosto 2018 ed è affidato al drammaturgo britannico Mark O’Rowe.

Ci troviamo al disotto della Temple underground station di Londra, stazione in cui si snodano una serie di tunnel abbandonati dove nessuno osa mai entrare. Ad eccezione di Daniel Milton (Mark Strong), celebre chirurgo che decide di creare una vera e propria clinica clandestina all’interno di quelle gallerie. L’obiettivo è operare tutti quei pazienti che non vogliono, o non possono, essere trattati dalle cliniche legali. Ma per quale motivo rischiare così tanto? Daniel è mosso da una tragedia personale: raggiungere quanti più soldi possibili per trovare una cura alla malattia degenerativa della moglie.

Ad aiutarlo nella sua missione clandestina anche Lee (Daniel Mays), uno scontento impiegato dei trasporti, e Anna (Carice van Houten), una ricercatrice nell’ambito medico piena di sensi di colpa. I protagonisti di Temple sono Mark Strong e Carice Van Houten nei rispettivi ruoli del brillante chirurgo Daniel Milton, e in quello della ricercatrice medica Anna Willems.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009