La casa di carta: si riparte il 4 aprile

Di , scritto il 26 Marzo 2020
La casa di carta

Manca davvero poco all’inizio della quarta stagione de La Casa di Carta, la serie cult trasmessa da Netflix e seguita da milioni di fan in ogni angolo del mondo. Venerdì 3 aprile è infatti una data da tempo segnata in rosse nelle agende di tutti i “seguaci” del Professore e della sua banda. Ovviamente il sito di streaming in questo periodo sta facendo un incredibile promozione per il lancio: dal trailer con la frase decisamente esplicita “che ii caos abbia inizio” al poster dove si allude all’arrivo di un misterioso personaggio e su cui in rete si fa un gran parlare con varie teorie differenti su quale possa essere la sua identità.

Per ingannare al meglio l’attesa di questi ultimi giorni di conto alla rovescia, ci ha pensato il casinó online di  Betway che ci propone un infografica da non perdere dedicata alle più incredibili curiosità su La Casa di Carta. Possiamo così scoprire che ad esempio sono state registrate addirittura 52 versioni diverse dell’episodio pilota. Un lavoro certosino per essere sicuri di ottenere un prodotto convincente sotto ogni punto di vista e dobbiamo dire che questa opera di perfezionamento è stata davvero preziosa visto poi il successo ottenuto.

La Casa de Papel (il nome originale della serie in spagnolo) si appresta dunque a debuttare con la quarta stagione dopo un successo davvero incredibile: pensate che la terza ha tenuto incollati soltanto nella prima settimana in cui è stata rilasciata oltre 34 milioni di account (e dunque un numero almeno doppio di persone) in 196 nazioni diverse. E proprio con queste serie esclusive così amate che Netflix tenterà di rispondere all’offensiva lanciata in questi giorni da Disney Plus, il servizio di video streaming disponibile dal 24 marzo in Italia ed in altri paesi europei, che propone tutti i film e le serie TV dei brand Marvel, Star Wars, Pixar ed ovviamente Disney insieme ai documentari del National Geopraphic e la libreria del marchio Fox, acquistato di recente.

Un avversario del genere Netflix non lo aveva mai avuto ma indubbiamente cercherò di mantenere fidelizzato il suo pubblico con prodotti diversi, magari più adulti come la Casa di Carta ed altre serie che stanno ottenendo buoni risultati negli ultimi mesi. Ci riferiamo in primis a The Witcher, la serie ispirata dal videogame omonimo che tanto successo ha avuto su PC e su console. Grazie ad un attore carismatico e popolare come Henry Cavill (visto al cinema tra l’altro come l’ultimo Superman in ordine cronologico), Netflix ha già confermato l’arrivo di una seconda stagione per tutti gli amanti del fantasy.

Per chi ama questo genere c’è anche una produzione recente italiana, Luna nera, basata sulla trilogia di romanzi Le città perdute di Tiziana Triana che ci immerge nel periodo storico in cui era piuttosto “trendy” dare la caccia alle streghe… Ottimo riscontro anche per Queen Sono, la prima serie realizzata in Africa a debuttare su Netflix.  In questo caso siamo di fronte ad una spy story con tanta azione che mescola fiction agli eventi che sono avvenuti in Sud Africa negli anni della transizione dall’apartheid alla democrazia.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009