Home » Rosalinda Cannavò, sfigurata dalla malattia: il prima e dopo agghiacciante

Rosalinda Cannavò, sfigurata dalla malattia: il prima e dopo agghiacciante

L’attrice ha raccontato alcuni dettagli della sua terribile malattia anche per mettere in guardia sui sintomi; le immagini sono veramente da brivido

È stata una delle protagoniste del Grande Fratello Vip 5, Rosalinda Cannavò; dopo essere entrata nella Casa  con  il nome d’arte Adua Del Vesco, è riuscita a mutare e a farsi conoscere davvero  come Rosalinda. La ragazza, che ha trovato l’amore con il suo coinquilino Andrea Zenga, figlio del grande ex portiere Walter, si è trovata più volte a parlare della sua malattia.

rosalinda-cannavo-malattia-solospettacolo
Rosalinda Cannavò-Solospettacolo

Una malattia che se non presa in tempo può avere gravi conseguenze sul fisico e sulla mente di chi ne è colpito, e della quale ha parlato anche nel suo libro Il riflesso di me. Le sue parole sono un monito per tanti che si ritrovano a combattere la stessa battaglia.

Rosalinda Cannavò: il racconto

Un racconto che ha fatto più volte, ma non per questo meno interessante poiché quanto mai attuale, e che torna a fare a Verissimo, dinanzi a Silvia Toffanin. I dettagli del suo racconto sono agghiaccianti: “Avevo affidato la mia vita ad altre persone. Mi era stato detto che per la televisione dovevo perdere dei chili. Per questo per tantissimi anni sono sprofondata nell’anoressia, ma non mi rendevo conto. Non avevo la percezione di come fossi. Credevo a tutto quello che mi dicevano e mi lasciavo condizionare. Oltre al cambio nome sono cambiata interiormente: ho iniziato a comportarmi diversamente da come ero io, questo mi logorava dentro”.

L’anoressia è un gravissimo e debilitante disturbo alimentare, che può colpire chiunque a qualunque età. L’attrice prosegue con un’affermazione che rende l’idea dello strazio vissuto da chi ne è colpito: “Quella che facevo non era vita, ho pensato che fosse meglio morire”. E continua: “Quando ho raggiunto i 32 chili ho abusato anche di medicine: sapevo che quello poteva portarmi a stare molto male, ma la cosa non mi spaventava. Consideravo la morte quasi come una liberazione.  Non sopportavo più di essere un’altra persona: la parte vera di me voleva essere liberata il prima possibile”.

Per fortuna quel terribile momento è ormai alle spalle:  Adua non esiste più, è solo un ricordo. Finalmente è finito quest’incubo. Oggi non permetto più a nessuno di approfittarsi di me”.

Le immagini da brivido

Anche sul suo profilo Rosalinda parla di quello che ha passato, e ha voluto informare chi la segue dei pericoli dell’anoressia postando alcune immagini, poi rimosse da Instagram che le ha ritenute non appropriate. Le ha accompagnate con le parole: “Vi ho messo un reel che mi è costato un po’ farlo, in realtà mi sta costando un po’ tirare fuori delle cose che riguardano i periodi più difficili della mia vita, però spero che tutto questo possa in piccola parte, perché quello che dico sempre è che sono una goccia in mezzo al mare possa servire a qualcuno”.

Rosalinda Cannavò malattia- Solospettacolo
Le terribili immagini di Rosalinda- Solospettacolo

Il suo intento è chiaro:  “Quello che mi sento di dire è: chiedete aiuto, se capite di avere un problema e se non lo capite perché spesso accade questo fidatevi delle persone a voi vicine, delle persone che vi vogliono bene, che vi amano e che vi vogliono solo aiutare, affidatevi a degli esperti che possono aiutarvi“.