Home » Arisa, la disgustosa confessione dopo anni: “Mi chiamavano pecora perché…”

Arisa, la disgustosa confessione dopo anni: “Mi chiamavano pecora perché…”

La nota cantante, che  ha cambiato look diverse volte nel corso degli anni, durante un’intervista si è aperta sul suo passato e ha confessato alcune cose che l’hanno segnata. 

Arisa, all’anagrafe Rosalba Pippa, è una nota cantante del panorama italiano che ha subito negli anni delle grosse trasformazioni. Da quando timida e impacciata si è presentata al Festival di Sanremo stupendo tutti per il suo look anni ’50 e la sua meravigliosa voce ne è passato di tempo.

arisa-confessione-solospettacolo
Arisa-Solo Spettacolo

Correva l’anno 2009 e il brano Sincerità è stato solo il trampolino di lancio di quella simpatica ragazza con occhialoni e frangetta; nel corso degli anni il suo look ha subito diverse modifiche e oggi, da splendida quarantenne , Arisa sfoggia un fisico mozzafiato e al momento capelli lunghi.

Il passato di Arisa: la confessione

Ma se oggi la vediamo paladina dei diritti gay e di tutto il mondo LGBTQ, nonché portare avanti la body positivity, in passato la cantante ha avuto diversi problemi dovuti alle sue origini e al  suo aspetto, come ha avuto modo di confessare tempo fa durante un’intervista al Corriere.

Arisa così ha rivissuto quei momenti in cui è stata vittima di bullismo da parte dei suoi coetanei: “Alle medie non ero certo tra le ragazzine più carine. I compagni mi prendevano in giro per il naso o perché non avevo tanti vestiti. Per gli altri erano battute ma io le prendevo sul serio, mi pesavano. Abitavo in campagna, mio padre ha sempre avuto gli animali e capitava che portasse a pascolare le pecore vicino alla strada dove passava l’autobus con i miei ‘amici’. Che hanno iniziato a chiamarmi pecora, a dirmi che puzzavo”.

Parole dure che possono ferire, ma  Arisa ha avuto la possibilità di riscattarsi da adulta, dimostrando che quella ragazzina timida e vittima dei bulli ha saputo fare grandi cose nella sua vita.

La chirurgia? Un errore

Ma forse proprio in virtù di alcuni epiteti con cui è stata apostrofata da piccola, la cantante lucana ha passato un periodo in cui, non sentendosi bella, è ricorsa alla chirurgia estetica, pentendosene in seguito. Ha infatti dichiarato: “Ho interrotto delle situazioni che mi facevano male. Ero alla ricerca di un modello di perfezione che mi stava mettendo in difficoltà. La società tende a farci sentire in difetto ponendo l’accento sull’estetica. Dietro c’è il desiderio di sentirci accettati. Passavo il tempo a guardarmi allo specchio. Vedermi più bella pensavo fosse il modo per riempire dei vuoti, così ci sono cascata”.

Arisa cambio look-Solospettacolo
Arisa su Instagram-Solospettacolo

Per fortuna oggi è consapevole del suo fascino e del fatto che la perfezione non esiste e che anzi, siamo belli proprio perché tutti diversi: “Prima pensavo che avendo labbra più turgide sarai stata amata di più. Ma in quel tentativo non mi riconoscevo ed ero la prima ad amarmi meno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.