Home » “O ti operi o ti levi dalla faccia della terra”: la situazione terribile di Donatella Rettore

“O ti operi o ti levi dalla faccia della terra”: la situazione terribile di Donatella Rettore

La nota cantante racconta il dramma della sua malattia e di come l’ha cambiata

Donatella Rettore, nota cantante molto in voga soprattutto negli anni ’80, è nota per il suo stile molto provocatorio sin dai suoi  esordi. All’avanguardia, si direbbe, quando si presenta durante le sue esibizioni canore esibendo un’immagine dissacrante ma sempre ironica.

Donatella Rettore malattia- Solospettacolo
Donatella Rettore-Solospettacolo

Ad esempio nel 1977  al Festival di Sanremo presenta il brano Carmela  e ad un certo punto lancia caramelle al pubblico in sala proprio nel momento in cui canta il verso “Carmela regalava caramelle colorate, ma erano caramelle avvelenate”. E come dimentica l’ambigua Kobra, del 1980.

La malattia di Donatella Rettore

Oggi Donatella Rettore ha 67 anni ma nell’aspetto sembra sempre una ragazzina. Ospite a Verissimo ha raccontato a Silvia Toffanin il dramma che ha vissuto, presentando anche il libro autobiografico Dadauffa. Memorie molto agitate.

La malattia di Donatella è quella che purtroppo molte donne affrontano: un tumore al seno. Racconta così la sua visita dal medico: “Mi hanno detto: ti devi operare prima che lui ti levi dalla faccia della terra. Paura? Non ho mai avuto paura. Ti fai mille storie, chiaramente. E me le sono fatte le storie. Col dottore, ho voluto parlarci da sola perché non volevo appesantire mio marito ancora di più di quello che era”.

E continua raccontando della scoperta casuale: “La dottoressa mi disse: non mi piace il sassolino che hai qui […] Nel giro di pochissimi giorni sono stata ricoverata e sottoposta a intervento chirurgico. Avevo un chicco di riso, piccolo ma molto scatenato e cattivo. Tanto che l’esame istologico non è risultato buono, e sono dovuta tornare in sala operatoria. Se avessi aspettato, sottovalutato la questione, il mio percorso sarebbe sicuramente stato diverso; invece, il tumore è stato preso subito da chi è pratico del bisturi”.

Per questo invita a fare prevenzione, poiché solo così ci si può salvare.

Ma la Rettore ha parlato anche di altri problemi che ha avuto, e di cui forse non tutti erano a conoscenza. Dei suoi attacchi di panico“E’ stata dura uscirne. Avevo attacchi di panico fetenti e cattivi. Stai benissimo e poi ti arriva un laccio al collo che ti fa sudare. Ho fermato due volte un aereo in fase di decollo. Sono andata in analisi e mi sono aiutata anche da sola. Serve tanta volontà…” e anche della bulimia.

La bulimia

La cantante ha ammesso di essere stata anche bulimica: “Sono stata bulimica, compensavo quello che mi mancava. Semplicemente non mi amavo”. Ma oggi per fortuna quel brutto periodo nero sembra sia stato lasciato alle spalle ormai.

donatella rettore canta-Solospettacolo
Donatella ai tempi di Kobra-Solospettacolo-Fonte: web

E quindi, parafrasando una sua canzone Donatella afferma:  “Noi abbiamo un ruolo, dobbiamo alleggerire, non sempre dobbiamo portare un messaggio. Dobbiamo alleggerire la realtà, che non sempre è splendida splendente”.