Home » Carlo III, dopo i cani ora si sbarazza anche di loro: la Regina sarebbe disgustata

Carlo III, dopo i cani ora si sbarazza anche di loro: la Regina sarebbe disgustata

Re Carlo III è sul trono da poco più di un mese ma è già evidente, da tanti fattori, che stia cercando di imprimere una nuova direzione alla monarchia dando in molti casi un taglio netto con il passato. Intanto, ha già detto che almeno per il momento non abiterà a Buckingham Palace, almeno non prima che termini la ristrutturazione già in corso e che costerà circa 370 milioni di sterline. 

Carlo III resterà dunque nella residenza di Clarence House che già prima occupava con la regina consorte Camilla. Ma non è certo questo l’unico cambiamento che il sovrano ha in animo di operare.

carlo-elisabetta-solospettacolo
Regina Elisabetta e Carlo-Solospettacolo.it

Intanto, ha già “sfrattato” gli amatissimi Corgi della regina Elisabetta II: il loro posto verrà preso dai Jack Russell  della nuova coppia reale, Beth e Bluebell, adottati dal canile di Battersea Dogs and Cats Home nel 2017. I Corgi della compianta regina vivono ora a Windsor, insieme al principe Andrew e alla sua ex moglie Sarah Ferguson, che se ne prenderanno cura.

All’asta anche i cavalli tanto amati dalla sovrana

Dopo i cani, però, Carlo III sta allontanando anche gli amatissimi cavalli della madre, tanto amati che la defunta sovrana aveva destinato loro anche delle stanze a Buckingham Palace. Proprio uno di questi cavalli, Love Affair, le aveva regalato l’ultima soddisfazione due giorni prima della morte, vincendo una gara. Perché i cavali della regina erano cavalli da corsa, cavalli vincenti: si stima che durante la sua vita, Elisabetta II abbia guadagnato circa 10 milioni di sterline in premi in denaro, 590mila solo nell’ultimo anno. 

Eppure questo hobby della regina era piuttosto costoso, tanto che spesso la defunta sovrana doveva ripianare di tasca propria i pesanti costi di gestione. Costi che Carlo III non ha alcuna intenzione di sostenere: il nuovo re ha infatti deciso di tagliare i costi e i primi a “pagare” sono proprio Love Affair e altri cavalli della madre, due dei quali avuti in regalo per il compleanno in aprile.  Love Affair e altri 11 dei 36 cavalli vincitori di quest’anno andranno perciò all’asta da Tattersalls a Newmarket, cittadina vicina a Cambridge considerata la capitale delle corse in Inghilterra, così dice il Sunday Mail.

Cosa ne penserebbe la regina?

“Il re non ha la stessa passione della madre per questo sport, però manterrà la tradizione delle corse. Il legame tra la famiglia reale e l’industria delle corse di cavalli continuerà“, assicura un insider di Buckingham Palace. Anche se un’altra fonte è meno possibilista: “Nel giro di tre anni la scuderia reale potrebbe diventare un museo”.

elisabetta-II-cavalli-solospettacolo.it
Elisabetta II e i cavalli ricevuti in dono per il compleanno – Solospettacolo.it

La vendita dei cavalli non è certo una novità: la stessa Elisabetta II era solita venderne sei o sette l’anno, ma il desiderio di Carlo III di contenere i costi da una parte e di offrire ai visitatori di Buckingham Palace una nuova attrazione potrebbero accelerare decisamente i tempi. La regina ne sarebbe soddisfatta? Probabilmente no…