Home » Re Carlo III, mani gonfie: il sintomo di una delle malattie più preoccupanti

Re Carlo III, mani gonfie: il sintomo di una delle malattie più preoccupanti

In questi giorni le immagini della Royal Family hanno riempito tabloid e siti web; tutti gli occhi sono stati puntati però su un particolare, le mani del nuovo Re. Che problemi ha?

Da quando la Regina Elisabetta è venuta a mancare tutti gli occhi sono puntati sulla Famiglia Reale inglese, che è stata trascinata dal turbine dei preparativi per il funerale, che si terrà lunedì prossimo, e quella dell’incoronazione del nuovo Re.

carlo-malattia-solospettacolo
Re Carlo III – Solo Spettacolo

E proprio su quest’ultimo, il Re Carlo III, si sono concentrati gli occhi di tutti, come è normale che sia. Per questo motivo c’è un particolare su cui gli spettatori si sono soffermati, le sue mani, che appaiono gonfie e rosse in ogni immagine.

Le mani di Re Carlo III: la malattia

Tutti hanno notato l’innaturale gonfiore delle dita del nuovo Re, e il rossore delle sue mani, e si sono chiesti cosa possa avere. Il mistero è presto svelato: trattasi di dattilite, un’infiammazione delle articolazioni e dei tendini di uno o più dita della mano o del piede che si manifesta proprio con il gonfiore.

Le cause a quanto sappiamo potrebbero essere diverse, ad esempio la ritenzione dei liquidi, o un effetto collaterale dovuto all’assunzione di alcuni farmaci, quali potrebbero essere quelli per stabilizzare la pressione sanguigna.

A dare qualche possibile spiegazione ci pensa  Roberto Gerli, presidente della Società Italiana di Reumatologia, che dalle colonne della Gazzetta fa sapere che sebbene non si conosca il motivo del caso in questione:  “Si può però sfruttare l’occasione per richiamare l’attenzione di tutti sul dito a salsicciotto, che è un sintomo iniziale di molte patologie reumatiche. Una delle origini più comuni di dattilite è l’artrite psoriasica, che rientra fra le spondiloartitriti, come l’artrite reattiva e le spondiliti anchilosanti, nelle quali può manifestarsi il gonfiore delle dita. O, ancora, l’edema delle mani può verificarsi per una sclerodermia in fase iniziale”.

Curare al più presto per contenere i danni

La cosa importante, sottolinea Gerli, è cercare di risalire subito alle cause del gonfiore qualora ci si ritrovasse nella stessa situazione di Re Carlo, poiché si potrebbe arrivare addirittura all’invalidità: “Riconoscere i sintomi e arrivare al più presto a una diagnosi è essenziale per limitare i danni e curare al meglio i malati”.

Re Carlo dita-Solospettacolo
Re Carlo mani-Solospettacolo

E conclude: “Meglio non trascurare una tumefazione che compare velocemente, senza un motivo apparente, così come un rigonfiamento associato o meno a dolore e arrossamento locale, di una o più articolazioni in assenza di trauma. Il gonfiore è tra i segnali più tipici, comune a molte malattie reumatiche“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.