Torna Lily Allen, arrabbiata e “femminista” in Hard Out Here

Di , scritto il 13 Novembre 2013

lily-allen_hard-out-hereQuattro anni, ci credereste? Sono ormai quattro anni dall’ultimo pezzo originale di Lily Allen e l’attesa ha avuto finalmente fine con Hard Out Here, il singolo che precede il suo nuovo album che uscirà nel 2014.

La traccia è bella energia e parecchio aggressiva con certo modo che il mondo dello spettacolo ha di trattare la figura della donna. La Allen parte nel video da un lettino ospedaliero, dove le stanno praticando la liposuzione e poi si scatena con un “I don’t need to shake my ass for you because I’ve got a brain” che lascia spazio a ben poche interpretazioni sulla natura fiera e bellicosa di questa grande interprete.

I fan di Lily Allen non si sono mai rassegnati in realtà: da quel fatidico 25 settembre 2009 nel quale la star aveva annunciato la sua intenzione di ritirarsi dalle scene, in molti hanno sperato in qualche ripensamento e in un suo eventuale ritorno

Lily Allen non ha certo avuto la vita facile, con ben due aborti oltre il terzo mese e alla fine la sua decisione di ritirarsi o comunque prendersi una lunga pausa dal mondo della musica è stata coraggiosa e sensata: in un’epoca nella quale le star vengono spremute fino in fondo è meglio prendersi il proprio tempo e vivere con ritmi più tranquilli.

E si vede che Lily Allen deve aver accumulato più di un sassolino nelle scarpe e vuole ora togliersi qualche soddisfazione con un album che, a sentire le sue dichiarazioni, “non riguarda il passaggio da ragazza a madre: sarà un lavoro pieno di energie e ricco di vibrazioni femministe”.

Quanto queste posizioni femministe siano poi sincere e sentite e non piuttosto qualche altro tipo di atteggiamento lo potremo scoprire solo una volta uscito l’album, per ora godiamoci il filmato di Hard Out Here.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloSpettacolo.it – Guida al mondo dello spettacolo a 360 gradi supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009